Procedura di certificazione

Il certificato «Area 2000 watt» contraddistingue insediamenti che si impegnano per la tutela del clima e gestiscono le risorse in modo sostenibile. Il certificato valuta l’intero processo di sviluppo, dalla fase di realizzazione a quella operativa, e può essere ottenuto in qualsiasi fase: durante la progettazione, la realizzazione o l’esercizio.

Requisiti

L’attenzione è rivolta ad aree dall’utilizzazione mista, con appartamenti e servizi (amministrazione, scuole, commercio specializzato, vendita di alimenti, ristoranti, scuole universitarie). Tuttavia possono ottenere il certificato anche le aree esclusivamente residenziali o ad uso ufficio.

Per richiedere il certificato è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  • esistenza di un ente promotore dell’area autorizzato ad operare;
  • presenza di un’area comprendente un perimetro ben definito con almeno due edifici, collegati da uno spazio esterno, anch’esso di competenza dell’ente promotore;
  • superficie minima del terreno o per piano dell’area di ca. 10 000 m² (a determinate condizioni è possibile ottenere il certificato anche per aree meno estese).

Procedura

È possibile entrare nel processo di certificazione in qualsiasi fase del progetto: progettazione, realizzazione o esercizio. La procedura di certificazione «Area 2000 watt» inizia con la scelta di un consulente esterno d’area accreditato che seguirà tutte le fasi del processo:

Studio di fattibilità

Si raccomanda di elaborare uno studio di fattibilità sin dalle prime fasi di progettazione. Questo permette di determinare preventivamente se sono soddisfatti i requisiti delle aree 2000 watt e a quali condizioni; inoltre chiarisce i lavori necessari e i costi per ottenere il/i certificato/i.

Costituire l’ente promotore

L’ente promotore dell’area (l’insieme di tutti i proprietari) può essere organizzato come associazione o società semplice. Nella scelta della forma organizzativa può essere d’aiuto il consulente d’area.

L’ente promotore dell’area funge da interlocutore per il consulente d’area e l’Ufficio di certificazione.

Prima certificazione

Il processo può essere avviato non appena è disponibile il piano base dell’insediamento (p. es. distribuzione delle superfici, modalità di costruzione e forma dell’edificio).

L’ente promotore dell’area e il consulente d’area producono insieme gli elementi di prova necessari alla certificazione. Un auditor accreditato dall’Ufficio di certificazione verifica la documentazione e conferma nel rapporto di audit che i requisiti sono soddisfatti, eventualmente con determinate modifiche. Se l’audit ha esito positivo, il consulente d’area presenta all’Ufficio di certificazione la domanda per l’ottenimento del certificato. Una volta soddisfatti tutti i criteri, viene rilasciato il certificato «Area 2000 watt».

Nel momento in cui la totalità degli edifici è operativa e il processo di certificazione è completato, viene emesso il certificato definitivo, poiché da quel momento i valori d’esercizio non subiscono più variazioni di rilievo.

Colloqui annuali

Negli anni in cui non è richiesta la ricertificazione, il consulente d’area e l’ente promotore svolgono un colloquio annale per analizzare la situazione. In tal modo si ottimizzano costantemente gli sviluppi rilevanti del progetto e si garantisce una qualità costante.

Ricertificazioni

L’ente promotore dell’area può richiedere periodicamente una ricertificazione. Tale processo serve a garantire la qualità e a mantenere il certificato.

Il certificato «Area 2000 watt» deve essere rinnovato

  • ogni 2 anni per le aree 2000 watt in fase di sviluppo
  • ogni 4 anni per le aree 2000 watt operative
  • ogni 4 anni per le aree 2000 watt in fase di trasformazione
Denominazione supplementare ZERO

La denominazione supplementare ZERO può essere assegnata nell’ambito della prima certificazione o di una ricertificazione.

Consegna dei certificati

I certificati vengono consegnati agli enti promotori delle aree in occasione dell’annuale «Giornata dell’energia» organizzata dall’Ufficio federale dell’energia UFE. È auspicabile inoltre una consegna del certificato sul posto in presenza dei media locali.

Le modalità di certificazione

Ai fini della certificazione è richiesta una prova quantitativa e una valutazione qualitativa. Tuttavia le aree sono molto flessibili nel modo in cui implementano questi requisiti. Inoltre, nella fase operativa ai fini della garanzia di qualità vengono effettuati un monitoraggio dei valori rilevati e un sondaggio tra gli utenti.

icon
Prova quantitativa

Si valuta la quantità di energia primaria consumata nell’area (totale e non rinnovabile) nonché le emissioni di gas serra generate dalla costruzione, dall’operatività e dalla mobilità quotidiana.

icon
Valutazione qualitativa

Vengono valutati i criteri dei sei settori: gestione, comunicazione, utilizzo dell’area, approvvigionamento e smaltimento, edifici e mobilità.

icon
Monitoraggio (aree operative)

Sulla base di un sondaggio sulla mobilità tra gli utenti e del monitoraggio sull’energia, in fase operativa i valori di progetto calcolati inizialmente vengono sostituiti dai valori reali. Non vengono rilevate l’energia grigia e le emissioni di gas serra.

Costi

Inclusi nei costi della certificazione ci sono la conferma che l’aera apporta un contributo significatovo alla Strategia energetica 2050 e al rispetto dell’accordo internazionale di Parigi sul clima del 2015, così come i servizi di comunicazione (per i dettagli si veda il tariffario dei costi di certificazione).

Aree < 100’000 m² superficie di piano
  • Prima certificazione*: 9000 CHF
  • Ricertificazione: 7500 CHF

Prezzi IVA inclusa

* Il passaggio da una variante ad un’altra (p. es. da area in fase di sviluppo ad area operativa) vale come prima certificazione

Aree > 100’000 m² superficie di piano
  • Prima certificazione*: 12’000 CHF
  • Ricertificazione: 9000 CHF

Prezzi IVA inclusa

* Il passaggio da una variante ad un’altra (p. es. da area in fase di sviluppo ad area operativa) vale come prima certificazione

Facoltativo: garanzia di qualità

È possibile richiedere all’Ufficio di certificazione la garanzia di qualità dei giustificativi conformemente a «La via SIA verso l’efficienza energetica» (SIA 2040). Il risultato deve essere già disponibile al momento della richiesta di certificazione.

Per ogni edificio: 2500 CHF, IVA inclusa
(procedura standard, i casi speciali possono comportare costi aggiuntivi).

Le tasse sono da versare dopo lo svolgimento dell’audit, indipendentemente dall’esito della certificazione.

L’area 2000 watt è compatibile con diversi certificati per gli edifici riconosciuti a livello nazionale e internazionale. Tutti i label affermati in Svizzera sono riconosciuti nel quadro della certificazione; in questo modo i costi di produzione degli elementi di prova per l’ente promotore sono minori.

Promozione

L’ente che promuove un’area 2000 watt beneficia di diverse sovvenzioni; ad esempio l’Ufficio federale dell’energia UFE sostiene il 40% dei costi degli studi di fattibilità (max. 10’000 CHF).